Cerca

Tetraplegia erezione

tetraplegia erezione

Indice dei contenuti

Tetraplegia erezione: leggi questo articolo e scopri come una paralisi o un danno alla spina dorsale può influenzare la tua vita sessuale.

Purtroppo, una lesione al midollo spinale rischia di modificare in maniera pesante molte funzioni del nostro corpo. Di solito, vengono colpite le parti del nostro organismo che si trovano vicino o in linea d’area del danno.

Nello specifico, la sfera sessuale può essere influenzata pesantemente dallo stato paraplegico del paziente. Ad esempio, sarà molto difficile avere le stesse sensazioni, raggiungere un orgasmo o mantenere un’erezione.

Tetraplegia erezione: come funziona?

Un tetraplegico può avere rapporti sessuali?

Prima di rispondere a questa domanda, è necessario comprendere cosa siano concretamente le erezioni.

In pratica, si tratta della combinazione di una stimolazione nervosa, spesso causata da un contatto, e una risposta vascolare, che avviene grazie al flusso sanguigno.

Quindi, la lesione del midollo spinale influenza l’erezione, ma dipende anche dalla gravità del danno e dal suo stato (completo o incompleto). Dunque, lo stato tetraplegico ha un effetto diverso sull’erezione di ciascuno paziente, perché può andare a comprendere funzioni differenti.

Paraplegia erezione

L’eccitamento sessuale, e quindi la risposta sanguigna al pene, può provenire per fattori diversi.

Per questo motivo, possiamo dividere le cause e i tipi di erezione nel seguente modo:

  • psicogena
  • riflessogenica
  • spontanea o notturna

Naturalmente, ogni categoria subisce un danno diverso da un’eventuale stato tetraplegico.

Paraplegia e sessualità: dunque, nei seguenti paragrafi spiegheremo il funzionamento di ciascun tipo di erezione e come un danno alla spina dorsale può influenzarle.

Erezione psicogena

Un tipo di eccitamento che può derivare da immagini, suoni o pensieri.

Purtroppo, un paraplegico potrebbe non essere più in grado di avere un’erezione di questo tipo.

Infatti, se la lesione spinale ha coinvolto la sezione che induce questo tipo di sensazioni, allora l’erezione psicogena diventerebbe molto difficile. La parte danneggiata impedirebbe al cervello di mandare l’ “impulso eccitante” e quindi causare l’erezione.

Paraplegia e rapporti sessuali: a volte, potrebbero avvenire delle erezioni incomplete. In questi casi, il consiglio che si può dare al paziente è quello di tenere a mente cosa potrebbe aver causato questa reazione.

Erezione riflessa o spontanea

A volte, l’eccitamento maschile può avvenire per un riflesso (anche per questo chiamata “erezione riflessogenica“). Nella maggior parte dei casi deriva da una stimolazione fisica, come un tocco.

in particolare, questo tipo di erezione è gestita dai nervi che si trovano. nella parte più bassa del midollo spinale. perciò se la lesione ha coinvolto la parte superiore del midollo, non dovrebbero esserci problemi.

A volte, le erezioni riflesse possono essere anche “spontanee”. Quindi sono causate anche da stimoli e tocchi involontari.

Tetraplegico rapporti sessuali: solitamente, poi, le erezioni che avvengono per degli stimoli fisici sono anche molto brevi.

Erezione notturna

Se ti sei mai svegliato con un’erezione senza alcun tipo di stimolo, allora hai avuto un’erezione notturna (o spontanea).

Di solito, possono avvenire di notte, spesso a causa della vescica piena. In particolare, le persone che non soffrono di disfunzione erettile, questi possono capire dalle tre alle cinque volte a notte.

Alcuni uomini con tetraplagia possono ancora avere delle erezioni spontanee durante la notte o il giorno. La durata dell’erezione può determinare la possibilità di un rapporto sessuale.

Tetraplegia erezione: che soluzioni ci sono?

Anche se in uno stato di paralisi, esistono alcune soluzioni in grado di mantenere o anche di provocare un’erezione. Ad esempio, puoi provare delle terapie farmaceutiche e mediche o dei trattamenti chirurgici.

Nello specifico, noi di Uomo 360 siamo specializzati nell’installazione di protesi peniene. Grazie alle protesi, potrai essere in grado di avere un’erezione, anche in seguito a un danno al midollo spinale.

Prenota una visita presso i nostri uffici per saperne di più tramite la sezione contatti del sito.

Dott. Paolo Capogrosso ritratto
Dott. Paolo Capogrosso

Il Dott. Capogrosso si occupa del trattamento delle principali patologie urologiche ed andrologiche legate alla salute maschile.