Cerca

Protesi Peniena

protesi peniena

Indice dei contenuti

La protesi peniena è la soluzione più efficace per chi ha problemi di disfunzione erettile o di pene curvo

Ma che cos’è la protesi peniena? Si tratta di un dispositivo medico posizionato all’interno del pene per consentire agli uomini di avere un’erezione. 

Le protesi al pene sono generalmente raccomandate dopo il fallimento di altri trattamenti per la disfunzione erettile o per l’induratio penis plastica. Ad esempio dopo l’insuccesso di terapia farmacologica, delle onde d’urto o del PRP in andrologia.

Il posizionamento delle protesi peniene richiede un intervento chirurgico. Prima di scegliere le protesi peniene, assicurati di comprendere cosa comporta l’intervento chirurgico, compresi i possibili rischi e complicazioni.

A cosa servono le protesi peniene

Le protesi peniene sono l’intervento definitivo per risolvere problemi di disfunzione erettile (impotenza) oppure di induratio penis plastica (pene curvo o malattia di Lepeyronie).

Per la maggior parte degli uomini, la disfunzione erettile può essere trattata con successo con farmaci o con l’uso di un dispositivo di costrizione a vuoto. Oppure con sedute di onde d’urto o iniezione di PRP.

Tuttavia questi trattamenti di prima e seconda linea non sempre sono efficaci al 100% e non funzionano in modo uguale per tutti.

Potresti prendere in considerazione la protesi peniena se non riesci a ottenere un’erezione sufficiente per l’attività sessuale. Dopo che le terapie di prima linea non hanno avuto successo.

La protesi peniena, come detto, può essere utilizzata anche per trattare casi gravi di una condizione che causa cicatrici all’interno del pene, portando a erezioni curve e dolorose (malattia di Peyronie o del “pene curvo”).

Quando la curvatura del pene è talmente estesa da non permettere attività sessuale piacevole dovresti pensare all’intervento di protesi peniena.

Controindicazioni protesi del pene

L’implantologia peniena non è per tutti. Il tuo medico potrebbe mettere in guardia contro le protesi peniene se hai:

  • Un’infezione polmonare o del tratto urinario
  • Diabete non ben controllato 
  • Malattia cardiaca significativa

Sebbene una protesi erettile consenta agli uomini di avere un’erezione, questa non aumenta il desiderio o la sensazione sessuale. 

Salvo restando che con una protesi al pene proverai lo stesso piacere che provavi prima.

Inoltre, le protesi peniene non renderanno il tuo pene più grande di quanto non fosse al momento dell’intervento. Per quello bisogna eseguire interventi chirurgici di allungamento del pene o ingrandimento del pene.

Quanto costa una protesi peniena 

protesi pene disfunzione

Il prezzo per farsi impiantare una protesi peniena varia a seconda della struttura alla quale ci si rivolge. Tuttavia, è giusto chiarire che non sono interventi economici e possono volerci decine di migliaia di euro per permettersi questa operazione. 

Tipi di protesi peniena

Esistono due tipi principali di protesi peniene: semirigide e protesi peniene idrauliche

Ogni tipo di impianto penieno funziona in modo diverso e presenta vari vantaggi e svantaggi.

Protesi idraulica peniena (o pompetta peniena)

Il tipo più comune di impianto penieno è la protesi peniena tricomponente. Volgarmente detta protesi del pene a pompetta. Si tratta di impianti che possono essere gonfiati a seconda delle necessità. 

In particolare, gli impianti gonfiabili in tre componenti utilizzano un serbatoio, una pompa e una valvola di rilascio e due cilindri gonfiabili all’interno del pene.

Per raggiungere l’erezione, si pompa il fluido dal serbatoio nei cilindri. Successivamente, si rilascia la valvola all’interno dello scroto per drenare il fluido nel serbatoio.

Il modello in due pezzi funziona in modo simile, ma il serbatoio del liquido fa parte della pompa impiantata nello scroto. 

In entrambi i dispositivi, il serbatoio viene riempito con acqua salata il giorno dell’intervento e rimane nel dispositivo.

Le protesi peniene di ultima generazione possono garantire un massimo comfort nell’utilizzo.

Protesi semirigide

I dispositivi semirigidi sono anche detti malleabili. Il pene è sempre in parziale erezione. Erezione adatta ad avere un rapporto sessuale soddisfacente. Il pene può essere piegato lontano dal corpo per l’attività sessuale e verso il corpo per nasconderlo.

Un impianto penieno posizionabile è un dispositivo semirigido con una serie centrale di segmenti tenuti insieme da una molla su ciascuna estremità. 

Può mantenere le posizioni verso l’alto e verso il basso meglio di altri impianti penieni semirigidi.

Protesi peniene rischi

I rischi dell’implantologia del pene sono ridotti, ma comunque possibili. Infatti, si tratta sempre di un intervento chirurgico che può portare delle complicazioni. Ad esempio nei seguenti casi che andiamo ad elencare.

Infezione 

Come con qualsiasi intervento chirurgico, l’infezione è possibile. Potresti avere un rischio maggiore di infezione se hai una lesione del midollo spinale o il diabete.

Problemi implantari 

I nuovi modelli di impianti penieni sono affidabili, ma in rari casi gli impianti non funzionano correttamente. 

L’intervento chirurgico è necessario per riparare o sostituire un impianto rotto, senza ulteriori costi per il paziente.

Erosione interna o adesione 

In alcuni casi, una protesi peniena potrebbe aderire alla pelle all’interno del pene o consumare la pelle dall’interno del pene. 

Raramente, un impianto sfonda la pelle. Questi problemi sono talvolta collegati a un’infezione.

Che durata ha una protesi al pene?

In media, una protesi per il pene dura anche fino a 15 anni. Nei casi più longevi, il paziente ha dovuto sostituire o fare manutenzione del proprio impianto intorno ai 18/20 anni.

La frequenza di utilizzo non influisce sulla durata della protesi peniena.   

Le protesi peniene sono il trattamento più invasivo per la disfunzione erettile. Tuttavia, la maggior parte degli uomini che le hanno e dei loro partner riferiscono di essere soddisfatti dei dispositivi. 

In effetti, le protesi peniene hanno il più alto tasso di soddisfazione tra tutti i trattamenti per la disfunzione erettile o del pene curvo.

Dott. Paolo Capogrosso ritratto
Dott. Paolo Capogrosso

Il Dott. Capogrosso si occupa del trattamento delle principali patologie urologiche ed andrologiche legate alla salute maschile.